Di che tratta il "Personal Horse Coaching"

16.03.2013 22:56

 

Oggetto: obbiettivi e finalità

 

 

            Il protocollo dell’Equitazione Olistica, in cui il Personal Horse Coaching,, affonda le sue basi, permette, di ottenere con la stessa attività, svariati vantaggi, tra cui la possibilità di promuovere la cultura equestre com’efficace arma contro i maltrattamenti su gli animali e sviluppare nei giovani e no, una consapevolezza etologica sull’uso del cavallo e nell’organizzazione d’attività equestri nel settore della ricerca del riequilibrio psico fisico.

            Ottenere un miglioramento psicofisico attraverso l’attività equestre, offre l’opportunità di potenziare i parametri fisici e l’equilibrio neuro/psichiatrico con risultati che aiutano il praticante ad ottenere vantaggi in svariati aspetti, tra cui:

  1. Socializzazione;
  2. Processi emozionali e cognitivi del corpo in movimento sul cavallo;
  3. Autocontrollo e determinazione personale;

Le nozioni d’ippologia, cultura equestre e la conoscenza della tradizione equestre, sono trasmesse agli allievi con la finalità di dare ai partecipanti ai corsi, una visione più ampia possibile, da permettere un’ottimale interazione con il cavallo assegnato.

Il metodo seguito segue le linee guida dell’equitazione olistica, codificata e ampiamente sperimentata dal nostro direttore tecnico Bruno Giongo, che prendendo spunto dalla filosofia olistica, che sostiene che bisogna comprendere l’essere vivente nella sua globalità, intendendo per globalità sia l’aspetto fisico e psichico che quello spirituale, aggiungendo, che il giusto equilibrio psico fisico potenzia la parte spirituale. L’equitazione olistica sostiene, in oltre, che il rispetto dell’equilibrio psico fisico, migliora, non solo la qualità dell’essere vivente rispettato, ma a maggior ragione quella di chi rispetta.

Concludendo le attività proposte, hanno la finalità del divulgare quelle informazioni di base, che spesso e volentieri, vengono tralasciate, per dare la priorità all’insegnamento tecnico, a causa della necessità commerciale di racchiudere il tempo della lezione solo al tempo della messa in sella.

L’attività è programmata a moduli. Ogni singolo modulo, può essere sviluppato singolarmente o in combinazione tra loro, secondo la tipologia dei fruitori (età, sesso. Esperienza, motivazione).

L’attività proposta, non è concorrenziale con nessun altra attività commerciale, in quanto è innovativa, essendo svolta come attività coadiuvante alla normale pratica equestre. Occupandosi e concentrandosi, come coaching, all’impatto emotivo, dell’interazione uomo/cavallo, permettendo al cavaliere di verificare la sua conoscenza di base dell’animale e del suo comportamento, per confermare o nel caso smentire le proprie convinzioni.

                                                              

 

Georgina Templeton

article marketing seo