La necessità della "DOMA"

la necessità di dover addomesticare un cavallo

 

         Il cavallo non è nato per farsi montare, non avrebbe nessuna necessità di dividere il suo spazio e il suo tempo con gli esseri umani,  l’uomo non ha nessun diritto di obbligare un animale, con le caratteristiche tipiche del cavallo, a vivere in condizioni completamente innaturali.

     Purtroppo, gli errori nuovi sono facili da sistemare, quelli vecchi di secoli invece hanno distorto per troppo tempo la realtà fino al punto di diventare per molti un riferimento, impedendo un risanamento logicamente veloce, perciò in attesa che si completi il processo di risanamento, siamo costretti a vivere con i cavalli in questa realtà, che comunque permette a noi di avere la possibilità di avere contatti con i cavalli ( in fatti se non fosse stato che per l’uomo il cavallo avesse da sempre rappresentato un validissimo mezzo da lavoro, molto probabilmente sarebbe pressoché estinto) e ai cavalli di poter perpetuare la specie. .

         Incavezzare un cavallo è comunque una violenza che si fa sull’animale, ma è una necessità, infatti non avendo la possibilità di muoversi su grandissimi territori, non ha nemmeno la possibilità di alimentarsi, curarsi ecc. dunque noi tutti sappiamo che non è possibile che in tutta la vita di un cavallo non ci sia la necessità di legarlo (mi riferisco ai nostri cavalli non a quelli “in generale” che vivono allo stato brado, che comunque non tutti se la passano bene), e visto che per noi è una scelta ed invece per il cavallo è un obbligo, dobbiamo sforzarci perchè questa pratica non traumatizzi più del necessario il puledro.

         Con lo stesso intento si procede con tutte quelle attività che porteranno il cavallo non solo a capire le richieste del uomo ma ad essere in grado di soddisfarle

         Solo con una visione olistica e con il rispetto dell’equilibrio psico/fisico del cavalli si può far accettare di buon grado, le forzature che l’uomo richiede al cavallo per averlo “snaturato”, limitando il trauma o per lo meno riducendone l’effetto negativo che ha nel cavallo quello che comunemente si chiama doma.

article marketing seo